fbpx
Hai domande o curiosità? 334 32 97 467 info@cowork-versilia.it
Lavoro e impresa post COVID-19: come reinventarsi e adattarsi al cambiamento

Lavoro e impresa post COVID-19: come reinventarsi e adattarsi al cambiamento

Il lungo lockdown a cui siamo stati sottoposti, resosi necessario per fermare l’onda epidemica da COVID-19, ha catapultato molti di noi in una sorta di realtà alternativa, anomala e quasi surreale. Il nostro modo di vivere quotidiano è stato, di fatto, stravolto dal distanziamento sociale, dall’immobilità e dal blocco delle attività lavorative.

Dal 4 Maggio, con l’inizio della “fase due”, stiamo tornando lentamente alle nostre abitudini, ma con la consapevolezza che nulla sarà più come prima. È in atto una metamorfosi globale in cui tutto cambia ed è in continua evoluzione: cambiano le relazioni sociali, cambia il modo di lavorare e di fare impresa.

Sincronizzarsi con il momento storico attuale e adeguare la propria attività alle nuove condizioni di mercato diventa fondamentale per manager, professionisti e lavoratori autonomi preoccupati per l’instabilità del presente e l’incertezza del futuro. Noi di Cowork Versilia abbiamo trasformato la fase di blocco in un’opportunità: ci siamo posti degli interrogativi, ci siamo confrontati e, alla fine, abbiamo studiato e messo a punto nuove soluzioni per i nostri clienti

Questo essenziale processo di “compensazione” ci ha aiutato a capire quali sono gli aspetti fondamentali da considerare nella riorganizzazione della propria attività lavorativa.

Li abbiamo identificati attraverso cinque importanti parole chiave

1. Flessibilità

Lo smart working insegna: è necessario abbracciare una nuova idea di occupazione secondo cui il lavoro non ha più orari prestabiliti e non si identifica con l’essere in un luogo specifico. Il nuovo concetto di spazio lavorativo è “open”, supera i confini aziendali e aiuta a stimolare la nascita di nuove idee, nuove partnership e nuovo business.


2. 
Formazione

Con lo sguardo rivolto al momento che stiamo vivendo, decidere di ampliare le proprie competenze frequentando un corso di formazione, può certamente aiutare a rispondere meglio ai nuovi bisogni nati durante l’emergenza. Farsi trovare preparati e perfezionati dai clienti accresce la loro fiducia, portandoli a scegliere ancora i servizi e i prodotti dell’azienda.


3. 
Collaborazione

In questo periodo si percepisce un forte senso di appartenenza tra le persone, unite dallo stesso stato d’animo e dalle medesime situazioni. È il momento giusto per creare nuove collaborazioni, generare valide reti lavorative, stabilire relazioni con persone e imprese che condividono valori e propositi: il confronto è il miglior supporto allo sviluppo di nuove idee di business.

 

4. Creatività

Libero spazio all’inventivaall’estro e alle idee rimaste nel cassetto. Nelle attuali circostanze, in cui la parola d’ordine è reinventarsiè fondamentale abbandonare le vecchie certezze e aprirsi ad un futuro diverso da quello che avevamo immaginato. Aggiungere nuovi prodotti e servizi all’offerta, o anche solo agevolarne la fruizione, potrebbe dare una spinta decisiva alla propria attività.

 

5. Poliedricità

Un professionista poliedrico e multivalente può ricoprire più mansioni lavorative, svolgerle in diversi posti e mettersi al servizio di più aziende contemporaneamente. Siamo sicuri che la richiesta di freelancer subirà un’impennata nel prossimo futuro, per cui adesso è necessario specializzarsi in determinati campi del proprio settore e proporsi nel panorama occupazionale con un maggior numero di competenze

Chiudi il menu